fbpx

feesblog

fees > Blog > Generali > Il valore fiscale di una foto: prova d’acquisto e garanzia

Il valore fiscale di una foto: prova d’acquisto e garanzia

Hai acquistato un nuovo elettrodomestico e devi conservare la garanzia per tutta la sua durata? Ti stai chiedendo come fare? Se queste sono le domande che ti stai ponendo, posso rassicurarti, perché ci sono io a darti tutte le risposte. Nell'articolo di oggi ti illustrerò il Valore fiscale di una foto del tuo scontrino.

Probabilmente, almeno una volta nella vita, vi è capitato di chiedervi quale fosse il valore fiscale della foto di uno scontrino e se avesse la stessa efficacia e valenza degli scontrini originali.
Se siete ormai familiari della nostra app fees, avrete probabilmente capito quale sia una delle features principali: conservare lo scontrino di un bene acquistato e godere della garanzia dello stesso.

Infatti, le copie di scontrini o ricevute, sono valide ai fini delle prove di acquisto, sia in casi di esercizio dei diritti di garanzia, sia a supporto di attività ispettive svolte dalle autorità fiscali.

In altre parole, non c’è differenza tra l’originale e la copia dello stesso.
La vera funzione del documento di acquisto o scontrino, che sia originale o copia, è quella di riportare al suo interno una serie di informazioni: numero seriale, data, importo e codice prodotto, che servono in maniera univoca ad identificare il rapporto contrattuale tra venditore e acquirente, nonché l’oggetto della vendita e, quindi, tutte le obbligazioni che da tale rapporto discendono (garanzie, rivalse, assicurazioni).

La stessa Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato consiglia di effettuare una fotografia dei propri scontrini.
Se siete interessati a sapere di più, al punto 4 di questo articolo troverete maggiori informazioni: clicca qui. Anche il dispositivo dell’art.2719 Codice Civile spiega come le copie fotografiche abbiano eguale valenza rispetto all’originale.

Immaginate quindi di tornare a casa da UniEuro o da Mediaworld, un qualsiasi negozio di elettrodomestici, aprire il vostro aspirapolvere nuovo di pacca e rendervi conto che non funziona.
A quel punto controllate nelle tasche per cercare lo scontrino e non c’è.

Sovrappensiero, l’avete buttato insieme a quella gomma da masticare nel cestino del centro commerciale.
Duecento euro di aspirapolvere buttati nel cestino del centro commerciale.

E se al momento dell’acquisto aveste fatto una scansione, conoscendo il Valore fiscale di una foto?

E se esistesse un’app che vi permette di immagazzinare tutti gli scontrini di qualsiasi spesa che effettuate, dalla più ordinaria a quella più costosa garantendo il Valore fiscale di una foto?
Quella app si chiama fees.
Fate la foto allo scontrino del vostro nuovo aspirapolvere e al resto ci pensiamo noi. Vi basterà aprire la app di fees, mostrare la foto dello scontrino e l’esercente sarà obbligato a accogliere la garanzia, secondo i termini legali della stessa.

Vuoi scoprire altre features? Visita il nostro sito e scarica fees da Apple Store e Google Play!
Se già usi fees e vuoi sapere come sincronizzare i tuoi scontrini, leggi questo articolo: come sincronizzare gli scontrini con fees.

Popular post

preview post image
10 Nov
avatar author

Come trasformare i documenti di spesa in dati strutturati con fees can

By Valeria Carlino /Generali
fees can è la soluzione che rende possibile integrare white label all’interno di qualsiasi applicativo per catturare i campi di…
preview post image
3 Nov
avatar author

Scopri le nuove funzionalità di fees Pro

By Valeria Carlino /Generali
Con l’ultimo aggiornamento, abbiamo rilasciato alcune nuove funzionalità per fees Pro, il piano aziendale per gestire al meglio le note…
preview post image
27 Ott
avatar author

L’Halloween del risparmio con fees

By Valeria Carlino /Generali
Ci siamo quasi, la festa più spaventosa dell’anno è alle porte. Tra leggende e tradizioni, dolcetti e scherzetti, Halloween viene…