fbpx

feesblog

Black Friday, la festa degli scontrini

Negli Stati Uniti la festa del Ringraziamento o, come dicono loro, Thanksgiving, è ormai alle porte.
Successivamente al Thanksgiving, fra le feste più amate fra gli americani è nata quella che è sicuramente la “festa” pagana più attesa d’America: il Black Friday.
Ma che cos’è il Black Friday? Perché se ne sente parlare anche in Italia? E cosa centra con gli scontrini e le garanzie? Scopri come conservare la Garanzia durante il Black Friday

Garanzia durante il Black Friday

Come ottenere la Garanzia durante il Black Friday?

Il Black Friday è, essenzialmente, il giorno dopo Thanksgiving, che cade sempre di giovedì.
La sua particolarità è che è anche il giorno delle offerte stracciate sui prodotti e i saldi più esagerati su varie merci.
Black Friday è sinonimo di file fuori dai negozi dalla sera prima, spese pazze e incassi multimilionari per aziende tech e, ormai, pure dei grandi colossi del delivery come Amazon.
È senza ombra di dubbio il giorno in cui vengono emessi più scontrini in tutti gli USA.

Dove si sta diffondendo?

Da un paio d’anni le multinazionali della tecnologia stanno lentamente esportando questa tradizione anche nel vecchio continente.

Sempre più stati aderiscono a questa iniziativa, fra cui l'Italia, sempre al passo con i tempi e con le migliori tecnologie.

È di recente che infatti vediamo in televisione o su youtube e sentiamo in radio o su Spotify pubblicità legate a questo strano giorno dell’anno. Di seguito, vi riportiamo un esempio delle più grosse ed anche controverse campagne pubblicitarie legate al Black Friday:

Comprerete anche voi i regali per Natale durante il black Friday? Se sì, salvate le vostre garanzie con la app di fees, disponibile su Apple Store e Google Play.

Stay tuned, nel prossimo articolo del nostro blog parleremo proprio di regali natalizi e scontrini parlanti.

feesblog

Come funziona la Lotteria Scontrini?

In questi giorni si è molto parlato di Scontrino Elettronico e di Lotteria degli scontrini a premi. Ma come funziona La lotteria degli Scontrini?

Sono giorni abbastanza concitati per quanto riguarda la manovra finanziaria 2020 proposta dal governo, deciso a combattere l’evasione fiscale incentivando pagamenti con carta o digitali.

[caption id="attachment_730" align="alignnone" width="2250"]Come funziona la lotteria degli scontrini? Lotteria Scontrini[/caption]

Ma come funziona La lotteria degli Scontrini?

Ma quali sono le misure per incentivare i contribuenti nella richiesta dell’emissione dello scontrino elettronico?

La più discussa in questo momento è la lotteria dello scontrino.
Questo metodo, già adottato in altri paesi dell’Unione Europea, dovrebbe entrare in vigore nel nostro paese con l’arrivo del 2020.

Ecco come dovrebbe funzionare secondo le bozze discusse in questi giorni in parlamento.

 

Quando viene emesso uno scontrino elettronico, il Cliente potrà fornire il proprio codice fiscale, partecipando automaticamente ad una estrazione mensile con montepremi fino a €50.000.

È, inoltre, prevista una estrazione annuale dal valore di 1.000.000.000 di euro.
Tutte le somme corrispondono a cifre reali e nette.

Con ogni scontrino elettronico relativo a spese di importo pari ad almeno 1 euro a partire dal 1° luglio 2020 i contribuenti potranno concorrere all’assegnazione di premi di importo compreso tra 100.000 euro e 30.000 euro con una maxi estrazione di €1.000.000.

Il sistema incentiva pagamenti tramite carta o digitali; nel dettaglio, ci saranno ben 10 estrazioni al mese per la lotteria cashless, 3 per la lotteria degli scontrini rivolta ai pagamenti in contanti.

Questo metodo incentiva l'emissione dello scontrino da parte del cliente, combattendo l'evasione fiscale
È prevista una sanzione pecuniaria per gli esercenti che si rifiutano di accettare il codice fiscale dei contribuenti.

Potranno partecipare alla lotteria degli scontrini soltanto i contribuenti maggiorenni e residenti in Italia.

Salvate il vostro Scontrino Elettronico su fees, l’app che ti permette di scansionare e conservare l’immagine dei vostri scontrini.

 

feesblog

Scontrino elettronico, cosa cambia per i clienti?

Hai sentito parlare di Scontrino Elettronico e non riesci a capire di cosa si tratta? Ti hanno detto che cambierà tutto per i clienti? Hai paura di trovarti spiazzato difronte alla nuova emissione? Se queste sono le domande che ti stai ponendo, posso rassicurarti, perché ci sono io a darti tutte le risposte.

Nella guida di oggi, ti illustrerò cosa cambia per i clienti con lo Scontrino Elettronico.

Dopo aver letto questo articolo, sono sicuro che troverai la risposta al tuo problema. Mettendo in pratica i suggerimenti che ho preparato per te, non ci sarà più alcun ostacolo tra te e il tuo scontrino elettronico.

Come dici? Sei impaziente di cominciare? Allora non perdiamo allora altro tempo e iniziamo! Buona lettura!

Scontrino elettronico, cosa si rilascia ai clienti?

Chi acquista riceve il documento commerciale emesso dal registratore telematico. I dati continueranno a viaggiare su carta e per beneficiare di eventuali detrazioni si dovrà richiedere il documento commerciale fiscale.

Gli esercenti hanno dovuto dotarsi obbligatoriamente del registratore telematico, a partire dal 1° luglio 2019 per attività con un volume d’affari superiore a 400.000 euro e da gennaio 2020 in tutti gli altri casi.

La novità che riguarda i commercianti prevede una memorizzazione e trasmissione telematica dei corrispettivi giornalieri, secondo quanto stabilito dal Decreto Legislativo numero 127 del 2015.

Dopo l’introduzione della fattura elettronica a partire da gennaio, la rivoluzione digitale del Fisco vive una nuova fase con lo scontrino elettronico: i canali tra contribuenti e amministrazione finanziaria diventano sempre più diretti e immediati, a prova di evasione.

 

 

 

 

 

Scontrino elettronico, per i clienti arriva il documento commerciale: come funziona

Con le novità a partire da luglio 2019 e gennaio 2020, il termine “scontrino” resterà nel nostro linguaggio ma diventerà formalmente obsoleto, a prendere il suo posto sarà il documento commerciale. Si distinguono due versioni:

  • quello ordinario, utile ai fini civilistici. Ad esempio, per alcuni prodotti funge da garanzia;
  • quello fiscale, per beneficiare di detrazioni o deduzioni.

(altro…)